La DelFes compie l’impresa e viola il PalaMacchia, casa della Pielle Livorno, con il punteggio di 72-70, conquistando la finale dove affronterà la Herons Montecatini. La squadra di coach Crotti gioca una partita solida sulla falsa riga di quanto aveva fatto nelle due gare precedenti al DelMauro. Pur tirando male dalla lunga distanza, 5/21, gli uomini in biancoverde restano in gara con la difesa e con la sapida gestione dei possessi.

Burini gestisce al meglio il ritmo, giocando una pallacanestro controllata, che mette in difficoltà Livoro sin dall’inizio. Il primo quarto è di marca avellinese che chiude avanti 14-11. Il secondo periodo vede la Pielle svegliarsi. E’ Chiarini che tenta di dare la scossa e portando sul 25-21 i suoi. Avellino non si scompone e pure chiudendo sotto 31-28 la prima metà di gara, nella ripresa cambia marcia.

Una bomba di Verazzo spinge i biancoverdi sul 46-37. Livorno, alle corde, replica con le giocate individuali di Rubbini e Loschi chiudendo avanti il quarto 56-52. Avellino, da grande squadra non si scompone ed infatti nell’ultimo quarto gioca una pallacanestro non solo qualitativa, ma dimostrando grande forza di nervi. Verazzo e Bortolin salgono in cattedra, Livorno è frenetica e pasticcia, Avellino ne approfitta e con merito vola in finale.

“Siamo contenti per il livello del gioco espresso in queste tre partite, sapendo che sarebbe stata una impresa clamorosa – ha commentato coach Crotti -. L’abbiamo fatta, complimenti a tutti i giocatori ed ora testa alla finale contro Herons, che inizierà già domenica. Siamo stati bravi a restare in gara nei momenti più difficili. Un ringraziamento va alla squadra ed allo staff, un traguardo che a dicembre era impensabile. Ora ci giocheremo la finale ed i complimenti vanno a tutti”.

Soddisfatto il giemme Antonello Nevola: “Abbiamo compiuto una vera impresa ed è  merito di un connubio società, squadra, tifosi. Abbiamo riacceso l’entusiasmo in città e questa è la vittoria più importante. Questa squadra merita di essere sostenuta ed ora concentrati sulla finale. Ringrazio la proprietà, che ha sempre sostenuto le mie scelte e mi ha consentito di lavorare al meglio”.

DelFes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *